AVID Varese onlus

Associazione Volontaria Assistenza Invalidi e Disabili
Mercoledì, 17 Gennaio 2018 11:37

INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO E PATENTE DI GUIDA B.S.

Vota questo articolo
(0 Voti)

CHI E’ POSSESSORE DI ACCOMPAGNAMENTO PUO GUIDARE

Si precisa se o non esiste una incompatibilità tra la patente di guida B. Speciale ed il percepimento dell’indennità di accompagnamento.

Anche uno studio e ricerca dell’Anglat (Associazione Nazionale Guida Legislazione Handicappati Trasporti) evidenzia che un disabile con l’accompagnamento può guidare la sua autovettura. Naturalmente nelle condizioni previste dalla Commissione Provinciale Patenti Disabili.

E stato interpellato anche il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, oltre alla richiesta di intervento del Ministero della Salute competente in materia così ci hanno risposto:

Non si ravvisa un’incompatibilità tra indennità di accompagnamento e la titolarità di una patente di guida B Speciale.    Chiaramente la guida di un automezzo da parte di un disabile o invalido con problemi motori-funzionali, deve avvenire in condizioni di sicurezza per se e per gli altri.

Pertanto, ogni Commissione Provinciale Patenti Disabili, dovrà esprimere un giudizio di idoneità o meno alla guida del soggetto portatore di handicap (magari con ausili appropriati e omologati), ma non sul parere precedente espresso della Commissione Invalidi Civili la quale, precedentemente aveva stabilito al soggetto richiedente l’indennità di accompagnamento.

Per saperne di più  340-3303528 <>  339-2537677

Letto 1304 volte Ultima modifica il Giovedì, 21 Gennaio 2021 20:19